Diotima

  • ControTempo è un Social Network di cultura e politica creato da un gruppo di donne di ispirazione cristiana che intendono ancora applicarsi all’amore del loro tempo condividendolo con quanti, anche “stranieri”, sentono la “passione” per le difficoltà dell’oggi. “Controtempo” vuole dire un pensiero altro, dissonante dalle voci che si rincorrono e accavallano, ma anche lontano dal conformismo di chi è sempre “contro”.

    Il contenuto del blog è nel suo nome che è un programma:"Controtempo". Siamo un gruppo di donne cattoliche, non nascondiamo la nostra identità, che intendono gettare sul mondo uno sguardo di simpatia ma nello stesso tempo scrutando nelle pieghe degli avvenimenti quanto e cosa preannuncia un tempo nuovo, tanto da essere dissonante col proprio tempo. Appunto "controtempo".

Blog

13 Citazioni di Dario Antiseri, filosofo e docente italiano.Dario Antiseri„Vivere è imparare. La scienza si evolve in maniera darwiniana: attraverso tentativi di errori".Dario Antiseri„L'accettabilità di una teoria scientifica è relativa al patrimonio conoscitivo e tecnico disponibile in un dato tempo".Dario Antiseri„Avere a disposizione più teorie che permettano di farci vedere aspetti diversi di un evento che tentino di scartare le teorie vigenti, non è una miseria, ma una ricchezza".Dario Antiseri„L'Europa è la sua storia. E questa storia non è la storia di un'idea che permette una sola tradizione, ma è la storia di una tradizione che permette le idee più…
Dalla Siria assetata per la siccità alla contesa sui grandi fiumi. L'unica soluzione possibile è la cooperazione Francesco Morandi"La condivisione dell'acqua è una questione che presenta le potenzialità per innescare future tensioni geopolitiche internazionali e conflitti". Giorgio Cancelliere è il coordinatore del master in Gestione delle risorse idriche nella cooperazione internazionale presso il dipartimento di Scienze geologiche dell'Università Bicocca di Milano. "In realtà -precisa- non è l'acqua che manca, ma le condizioni che permettono a gran parte della popolazione mondiale di accedervi, sebbene potrebbero essere attuate attraverso una maggiore cooperazione sulle risorse idriche, a tutti i livelli". Dal 1950 sono…
Venerdì, 04 Novembre 2016 00:00

Una sentenza della corte

Scritto da
I DIRITTI : UNA SENTENZAUn bambino non nato può contare su diritti che non sono soltanto quello alla vita e che vanno presi seriamente dallo stato. Lo ha stabilito un giudice dell'Alta Corte irlandese, Mr. Justice Richard Humphreys, durante una vicenda giudiziaria che ha coinvolto un cittadino nigeriano che rischiava di essere deportato. Poichè l'uomo era il padre di un bambino che doveva ancora nascere, concepito con la sua partner irlandese, il giudice ha deciso di fermare la deportazione. La sentenza ha fissato, in questo modo, il diritto del futuro bambino non soltanto a venire al mondo ma anche a…
Martedì, 01 Novembre 2016 00:00

Politica e comunicazione

Scritto da
Politica e comunicazioneL'attività politica sin dalle sue origini è sempre stata legata alla dimensione simbolica e comunicativa.I nostri tempi, contrassegnati da comunicazione globale e rivoluzione digitale, hanno portato l'interdipendenza tra politica e comunicazione ad un livello mai raggiunto prima.Tanto da poter dire che fare politica è comunicare. E comunicare è interagire.E' attraverso la comunicazione che operiamo la costruzione sociale della realtà, anche politica. I cittadini fanno esperienza della maggior parte degli eventi politici in modo indiretto, mediato dal linguaggio politico e dal sistema comunicativo.La complessità sempre maggiore del sistema politico, le nuove frontiere del sistema dei media, la natura di…
È necessaria una legge che definisca lo statuto dell'ex-papa di Walter Brandmüller Un futuro regolamento giuridico della rinuncia papale [...] è tanto più difficile quanto la figura di un papa emerito è estranea a tutta la tradizione canonistica-teologica. La rinuncia del papa è possibile (can. 332 § 2). Ciò non significa che sia senz'altro anche moralmente lecita. Per la liceità ci vogliono motivi oggettivi, istituzionali, orientati verso il "bonum commune Ecclesiae", non motivi personali. Come esempio di rinuncia si può addurre quella di Gregorio XII, fatta nel 1415 per mettere fine allo scisma. Pure Pio VII e Pio XII prepararono…
Martedì, 25 Ottobre 2016 00:00

Le metafore del Bel Paese

Scritto da
Le metafore del Bel PaeseE dopo le metafore dal mondo marino (l'Italia "disormeggiata" del 2003 e l' Italia "mucillagine" del 2007); quelle tecnologiche (l'Italia "replicante", 2009) quelle medico-psicoanalitiche (l'Italia "in calo di desiderio" 2010) e quelle culinarie (l'Italia "sciapa" del 2013), per il rapporto Censis sulla situazione del Paese è arrivato quest'anno il momento delle metafore animali.Come sempre il tempismo immaginifico non manca, giacché al cinema in questi giorni arriva il film sulle origini di Moby Dick e si attende a breve il nuovo film d'animazione "Pets" – per non parlare dei gattini imperversanti sui social.Ma a quale animale assomiglia…
Venerdì, 21 Ottobre 2016 00:00

Metafore culinarie dell'Italia del Censis

Scritto da
Metafore culinarie dell'Italia del Censis Dopo le metafore dal mondo marino (l'Italia "disormeggiata" del 2003 e l' Italia "mucillagine" del 2007); quelle tecnologiche (l'Italia "replicante", 2009) e quelle medico-psicoanalitiche (l'Italia "in calo di desiderio" 2010) ecco finalmente, perfettamente al passo coi tempi degli show culinari e degli chef star, che anche la cucina entra nel rapporto annuale del Censis."Sciapa" e (quindi?) "infelice", così vi è descritta l'Italia, come una qualunque minestra buttata lì, orfana non dico della cura perfezionista di un Cracco, ma nemmeno di uno straccio di consiglio di una Parodi; insipida come una pastasciutta raffazzonata svogliatamente (essendo appunto,…
Martedì, 18 Ottobre 2016 00:00

L'Italia di Mezzo

Scritto da
«Siamo un Paese in cui quasi tutti, a ogni livello, per farcela puntano sulle relazioni, sugli amici, sulle conoscenze, sui clan. Poi ci lamentiamo che non c'è meritocrazia....». La provocazione sociologica di Giuseppe De Rita, presidente del Censis Una borghesia inesistente e un ceto medio di dimensioni mostruose: autoreferenziale e familista. Un potere articolato in una serie di cerchi orizzontali, dove la cooptazione avviene non per capacità e sapere acquisito, ma per abilità a tessere relazioni personali e per appartenenza. E ancora: università ipertrofiche, dove i criteri di valutazione sono arbitrari e le esigenze della vita reale e del mercato…