Diotima

  • ControTempo è un Social Network di cultura e politica creato da un gruppo di donne di ispirazione cristiana che intendono ancora applicarsi all’amore del loro tempo condividendolo con quanti, anche “stranieri”, sentono la “passione” per le difficoltà dell’oggi. “Controtempo” vuole dire un pensiero altro, dissonante dalle voci che si rincorrono e accavallano, ma anche lontano dal conformismo di chi è sempre “contro”.

    Il contenuto del blog è nel suo nome che è un programma:"Controtempo". Siamo un gruppo di donne cattoliche, non nascondiamo la nostra identità, che intendono gettare sul mondo uno sguardo di simpatia ma nello stesso tempo scrutando nelle pieghe degli avvenimenti quanto e cosa preannuncia un tempo nuovo, tanto da essere dissonante col proprio tempo. Appunto "controtempo".

Blog

Sabato, 29 Luglio 2017 00:00

Imprese recuperate

Scritto da
Il fenomeno delle imprese recuperate, Nato all'inizio del XXI secolo in America latina - in particolare in Argentina - come reazione a una grave crisi economica e alla mancanza di adeguate risposte istituzionali, si sta diffondendo anche in Europa. In queste aziende i lavoratori si organizzano per evitare il licenziamento e con il sostegno del territorio inventano nuove opportunità e nuove forme di gestione delle attività produttive. Le imprese recuperate in Italia Anche in Italia si contano esperienze di lavoratori che hanno recuperato le aziende in difficoltà. In molti casi si è trattato di un semplice passaggio di proprietà, senza…
Sabato, 22 Luglio 2017 00:00

Il socialismo del XXI secolo

Scritto da
Il “socialismo del XXI secolo” rischia un colpo fatale, Maurizio Matteuzzi Il Venezuela sull’orlo del baratro. Crisi economica drammatica (Pil -11% nel 2016, inflazione al 700% l’anno passato e, per l’Fmi, 1.600% quest’anno), stallo politico totale, tessuto sociale a forte rischio di rottura con emergenza sanitaria e penuria alimentare, scontri e morti nelle strade, chavismo nell’angolo e destra scatenata dall’odore di una rivincita attesa da vent’anni, crescente isolamento latino-americano e internazionale. Se nei mesi (o settimane) a venire il punto di non ritorno sarà toccato e il governo del presidente Nicolás Maduro dovesse cadere in un modo o nell’altro (ma…
Martedì, 18 Luglio 2017 00:00

Volontariato e carceri

Scritto da
Volontariato e carceri La denuncia della Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia e di CSVnet che criticano una nota del Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità che sulla messa alla prova nel volontariato privilegia le associazioni più strutturate Dopo il confronto promosso da CSVnet e CNVG, il Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità ha chiarito gli aspetti della normativa sulla copertura assicurativa delle persone ammesse a lavori di pubblica utilità. Ma la scelta di privilegiare le grandi organizzazioni rischia di tagliare fuori le quelle più piccole, che spesso hanno maggiori capacità di accoglienza e di innovazione. Per affrontare le difficoltà…
Sabato, 15 Luglio 2017 00:00

Dio è la risposta

Scritto da
Alessandro D’Avenia. Dio è la risposta ai nostri dubbi: parola di Leopardi Lo straordinario dono del credente è quello di fare buon uso anche dei non credenti per arrivare alla luce della fede». Alessandro D’Avenia, scrittore di bestseller amatissimi tra i giovani e gli adolescenti (da Bianca come il latte, rossa come il sangue a Cose che nessuno sa e Ciò che inferno non è, tutti editi da Mondadori) ha scelto la figura e l’opera di Giacomo Leopardi per il suo ultimo libro (L’arte di essere fragile, sempre con l’editore che lo ha lanciato). Rivolgendosi idealmente al poeta di Recanati…
Mercoledì, 12 Luglio 2017 00:00

guerra mondiale dei cervelli

Scritto da
CENTRALITÀ DELL’ECONOMIA DELLA CONOSCENZA, Pietro Greco : La guerra mondiale dei «cervelli» La «guerra mondiale dei cervelli» è iniziata. Anzi, è in corso già da qualche anno. E l’Italia la sta perdendo. Senza combattere. E senza neppure comprendere le ragioni di una resa senza condizioni. Pochi si occupano del problema. E quei pochi elaborano, spesso, una diagnosi sbagliata. L ’Italia sta infatti perdendo la «guerra mondiale dei cervelli» non a causa della «fuga» di molti italiani in possesso di una laurea e, spesso, di un dottorato che vanno a lavorare all’estero. Ma all’opposto, perché non ha alcuna capacità di attrarre…
Sabato, 08 Luglio 2017 00:00

Egemonia politica

Scritto da
L’egemonia della geopolitica, Fabio Nicolucci Talvolta, occorre riconoscerlo, il livello del nostro dibattito nazionale sulla politica estera è deprimente e asfittico. Spesso ciò è dovuto a fatti e polemiche contingenti, ma a monte vi è comunque un’asfissia dovuta a povertà di risorse e di investimenti. Poche risorse finanziarie, ma anche politiche, umane e intellettuali. Dunque, un errore di sistema. Che il sistema sia più rigido e meno ricco di qualche lustro fa, e abbia perso carica innovativa, lo segnala anche un curioso fatto ‘intellettuale’: l’onnipresenza della parola «geopolitica», che fa oramai da prefisso e suffisso dovunque si parli di politica…
Mercoledì, 05 Luglio 2017 00:00

Parola e silenzio

Scritto da
Benedetto XVI e il card. Robert Sarah, il silenzio da cui nasce la Parola e la bellezza della liturgia Questo saggio, pubblicato sul sito del periodico cattolico statunitense First Things con il titolo With Cardinal Sarah, the Liturgy is in Good Hands, è stato scritto come postfazione al libro-intervista (con il giornalista Nicolas Dat) La force du silence. Contre la dictature du bruit (Fayard, Parigi 2017) del cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, e verrà incluso nelle prossime edizioni del testo.   “Se non entriamo nel silenzio non capiamo la Parola", di…
Lunedì, 03 Luglio 2017 00:00

Uno non riesce nemmeno a immaginarselo

Scritto da
Uno non riesce nemmeno a immaginarselo. Un minore che attraversa confini in condizioni estreme, nelle mani di aguzzini, macinando distanze da atlante in difficoltà impossibili da riprodurre a parole. Senza genitori. Solo come un cane, in mezzo a tanti altri disperati, così disgraziati che ognuno resta abbandonato a sé stesso. Shakir, 11 anni, è riuscito a superare e a sopportare il viaggio dall’Eritrea all’Europa. Dal barcone è sceso fino a giungere al foyer della Croce Rossa di Paradiso, da dove con altri due ragazzi è scappato lo scorso 22 febbraio. Ecco la sua storia, o quel frammento di storia che…